FINALE COL THRILLING, VITTORIA CONTRO MILANO

UNIEURO FORLÌ – URANIA MILANO 80-79 (19-19; 38-35; 61-55)

UNIEURO FORLÌ : Rush 4, Kitsing, Giachetti 11, Campori NE, Watson JR 14, Petrovic NE, Marini 20, Dilas NE, Bandini NE, Benvenuti 8, Bruttini 12, Ndoja 11. All: Dell’Agnello.

URANIA MILANO:. Piunti 13, Pagani, Negri 9, Benevelli 6, Montano 9, Giardini NE, Piatti NE, Lynch 8, Raivio 18, Bianchi 10, Sabatini 6. All: Villa.

Spettatori: 2685.

Coach Dell’Agnello parte con Watson JR, Marini, Rush, Ndoja e Bruttini. Nei primi minuti si va a scuola dai lunghi Unieuro, con Bruttini e Ndoja che insieme segnano i primi 10 punti biancorossi guidati dagli assist di Watson JR, e costringono coach Villa al primo time-out della gara (10-2). Con il gioco di squadra, gli ospiti rientrano in partita (17-15) e il primo quarto si chiude sul 19-19, ancora con un canestro di Bruttini.

Il secondo periodo comincia all’insegna della difesa, con i ragazzi di Dell’Agnello che concedono soltanto 7 punti in 6 minuti di gioco agli avversari e trovano continuità anche in attacco: è la tripla di Giachetti a regalare la doppia cifra di vantaggio all’Unieuro, con il canestro del 36-26. L’Urania rientra però in partita con le giocate Piunti, prima che Watson Jr (8 nel quarto) ridia margine ai biancorossi alla fine del primo tempo: 38-35.

Si ricomincia con i canestri di Marini (9 punti nei primi 4 minuti) e Rush, che portano l’Unieuro sul 48-39, e con sei punti di fila di Benvenuti che permettono all’Unieuro di trovare il +15 (58-43). Ma in una partita caratterizzata dai parziali, Milano rientra fino al 61-55, punteggio sul quale si chiude il terzo periodo.

Il quarto periodo comincia con i canestri di Bruttini e ancora Marini, e quando l’Urania cerca di ricucire con i canestri di Negri (69-63), ci pensa Ndoja con una tripla a ridare il +9 ai biancorossi (74-65). Montano segna 7 punti nel quarto, che permettono agli ospiti di rimanere attaccati alla partita, ma 6 punti di fila di capitan Giachetti riportano i biancorossi sul +10 (80-70). Nel finale, Milano rientra fino al -1 ma non basta, arriva la seconda vittoria consecutiva in casa: il finale è 80-79.

Dell’Agnello a fine partita: “Fino a 4 minuti dalla fine eravamo dove volevamo essere, costringendo loro a fare 65 punti. Poi abbiamo smesso di giocare, fermato il pallone in attacco e l’abbiamo pagata caramente. Dobbiamo essere coscienti che dobbiamo evitare questo, e ne abbiamo già parlato in spogliatoio a caldo. Non possiamo rischiare così in un finale di partita, ma è giusto riconoscere anche i loro meriti”.