Un’incerottata Forlì deve arrendersi all’Andrea Costa

Con il fattore campo a proprio favore, grazie agli oltre mille forlivesi presenti al Pala Cattani, ma senza Marini e Bonacini costretti a dare forfait: nonostante i cerotti l’Unieuro si presenta a Faenza con l’intenzione di non lasciare per strada rimpianti da Final Eight.
Difese padrone del campo nei primi minuti, con Raymond (5) e Donzelli (4) a dividersi gli unici canestri dei primi tre minuti e mezzo. Il 7-4 firmato Simioni dopo 3’40 convince Valli a chiamare il primo time out ma Imola allunga ancora (10-4 dopo 4’50) e serve tutta la classe dei due americani di Forlì per ricucire: 4 di Lawson e 5 di Johnson a cui si aggiunge l’ormai consueta tripla di De Laurentiis per il nuovo vantaggio a 2’20 (12-14). Al gioco da tre punti di Giachetti risponde un ispirato Simioni (6 nei primi 10′) e il primo quarto va in archivio con Forlì avanti di 1.
Il secondo quarto è favorevole a Imola, che approfitta di una Forlì del tutto inchiodata in attacco (3/15 dal campo) per allungare: un tap-in facile di Rossi e la tripla dell’onnipresente Raymond permettono alla squadra guidata da Di Paoloantonio di scappare 27-21 dopo 14’13. Il canestro di Tremolada a 2″ dalla sirena lunga permette ai biancorossi di restare aggrappati ad una partita che minuto dopo minuto si fa più complicata.
In apertura di terzo quarto Oxilia recupera palla e subisce un fallo antisportivo, ma non concretizza (0/2). Ad accendere squadra e pubblico pensa allora Rino De Laurentiis, che ne mette 6 in fila e nel boato del Pala Cattani riporta Forlì a contatto (37-33 a 8’12). Nel momento più caldo del match piovono triple, ma alle due consecutive di Lawson rispondono Fultz e Raymond, con Bowers che fissa il 49-39 al 4’20. Forlì reagisce di nervi e rientra con Oxilia, Donzelli stoppa Bowers e la tripla di un gigantesco Lawson riporta i biancorossi sul -2 a 1’40. Finale di quarto favorevole ai padroni di casa, che con Montanari tornano a +6 58-52.
Johnson fa subito -4 ma commette anche il quarto fallo, mentre le triple di Bowers e Magrini (2) ridanno il +10 a Imola a 6’30 dalla fine. Ultimi 5′ con Forlì a -9, i biancorossi provano con tutte le energie a restare aggrappati al match. Oxilia in penetrazione fa 68-61, Magrini però riporta subito Imola a +9 (70-61 al 37′). La penetrazione di Raymond chiude il derby: vince Imola, Forlì resta a quota 20 e domenica prossima aspetta Cagliari all’Unieuro Arena.

Andrea Costa Imola – Unieuro Forlì 74-63 (16-17, 37-27, 58-52)
ANDREA COSTA IMOLA: Ndaw ne, Montanari 3, Crow 2, Wiltshire ne, Fultz 3, Calabrese ne, Bowers 16, Rossi 6, Simioni 14, Raymond 20, Magrini 10. All. Di Paoloantonio.
UNIEURO FORLÌ: Tremolada 2, Giachetti 5, Flan ne, Donzelli 7, Bonacini ne, Dilas ne, Ravaioli ne, Fabiani, Oxilia 8, Lawson 23, De Laurentiis 9, Johnson 9. All. Valli.